Il pinot grigio apre la vendemmia

La vendemmia 2020 è iniziata. Sulle colline di Ipplis e Montsclapade, nel cuore dei Colli Orientali del Friuli, custodiamo oltre trecentomila viti.

Ora le uve sono perfette e vanno raccolte. Nei vigneti lavorano mani giovani di ragazze accanto a quelle dei potatori più anziani che sono tornati di fronte alle viti cui, con i tagli esperti dello scorso inverno, hanno impedito di ricordarsi che sono delle liane.

I primi grappoli a entrare in cantina sono stati quelli della varietà pinot grigio, poi è arrivato il sauvignon. Nelle vasche l’energia della fermentazione sprigiona i primi profumi che riempiono i locali più del vociare dei cantinieri.

Saranno necessari molti giorni di lavoro per completare la raccolta dei grappoli a bacca bianca prima di passare alle uve nere. Sulle piante, a scaldarsi al sole, resteranno solo gli acini del nobile picolit destinati all’appassimento.

Stiamo facendo nascere i nuovi vini, c’è bisogno di attenzione e dedizione. Ci mettiamo tutta la nostra passione.

 

Questo è l'inizio della nostra vendemmia.